Abbiamo sconfitto la burocrazia e riconsegnato la giusta importanza alla vocazione turistica del litorale

Fai una proposta per il nuovo programma sul Punto Informativo Turistico 👉 qui

Il Punto Informativo Turistico è stato chiuso per anni e nessuno ha saputo dare soluzioni e così la struttura giaceva nel degrado ed era circondata da immondizia. I cassonetti posti accanto stracolmi di rifiuti erano il biglietto da visita che questa gente ci aveva lasciato, segno evidente di una sciatteria amministrativa che ora non c’è non più; abbiamo spostati i cassonetti e abbiamo rimesso a nuovo la struttura e fatto partire un bando per darlo in concessione al fine di individuare gestori che portino avanti “finalità turistiche e culturali con lo scopo di informare e promuovere il territorio. Il mare di Roma grazie a questa Amministrazione ha il suo Punto Informativo Turistico.

Assegnata la struttura ad una associazione che sarà capace di attivare processi virtuosi di sviluppo culturale

Un altro successo dell’attuale Amministrazione. Dopo tanti anni di inerzia, l’ex PIT (Punto Informativo Turistico) di piazza Anco Marzio è stato assegnato tramite un bando per l’affidamento in concessione della struttura.

La manifestazione d’interesse era destinata alle “Associazioni e/o ad Enti del “Terzo settore” per la promozione di progettualità capaci di attivare processi virtuosi di sviluppo culturale, sociale ed economico per l’intera città e nello stesso tempo, necessaria garantire con urgenza la conservazione del Patrimonio comunale”.

I soggetti che aspirano alla concessione devono operare nell’ambito di “attività ricreative, culturali e di promozione del patrimonio storico, artistico, promozione turistica del territorio”.

Condividi questo risultato