MISURE DI CONTRASTO ALLA POVERTA’

SOSTEGNO ECONOMICO

  1. DELIBERA N.163/1998

Delib. C.C. n.154/1997; Delib. C.C. n.163/1998; Delib. C.S. n.278/1993; Delib. C.C. n.7/2018; Delib. C.C. n.32/2019; L. n.328/2000.

Il Servizio offre la possibilità di realizzare un progetto specifico per i nuclei familiari o singole persone, finalizzato al superamento delle cause del disagio sociale ed economico anche attraverso aiuti economici.

Destinatari del servizio sono i nuclei familiari o persone singole che risiedono nel Municipio, siano essi cittadini italiani o stranieri, purché in regola con i documenti prescritti dalla normativa vigente, che versano in gravi ed accertate condizioni di disagio socio-economico.

Il contributo economico può essere erogato una sola volta. Esclusivamente in alcuni particolari casi di cronicità socio-sanitaria per i quali l’Assistente Sociale preveda ulteriori interventi tecnici ed assistenziali programmati, che devono essere compiutamente attuati, è possibile erogare un ulteriore contributo.

L’effettiva erogazione del beneficio dipenderà comunque dalle risorse finanziarie disponibili del Municipio.

  • COME PRESENTARE LA DOMANDA

La richiesta si presenta al Servizio Sociale, previo colloquio con l’Assistente sociale. La domanda è reperibile presso la sezione Modulistica.

Per informazioni: https://www.comune.roma.it/web/it/dettaglio.page?contentId=UFF27506

  • DELIBERAZIONE C.C. n.163/98

L’erogazione del contributo di cui alla del. 163/98 può trovare applicazione solo nei limiti del fondo annuo messo a disposizione in Bilancio dall’Amministrazione Comunale. Le richieste sono accolte anche ad esaurimento del fondo ed esaminate seguendo il criterio di presentazione al Municipio.

  • FINALITA’

L’intervento socio- assistenziale è finalizzato al sostegno del nucleo familiare per il superamento dell’emergenza abitativa e la prevenzione e/o superamento di situazioni di emarginazione sociale.

  • DESTINATARI

Il contributo economico può essere concesso ai cittadini italiani e stranieri che sono residentI nel Municipio Roma X da almeno un anno e che si trovino in una delle seguenti situazioni:

Rilascio dell’immobile a seguito di: sfratto, di interruzione del contratto di comodato d’uso, di divorzio o separazione giudiziale con l’assegnazione dell’abitazione all’altro coniuge;

Intimazione di sfratto e impossibilità di ricontrattazione del precedente contratto;

Sgomberi per motivi di sicurezza, disposti dalle competenti autorità;

Sgomberi per demolizioni su aree destinate a opere o servizi pubblici;

Eventi calamitosi e catastrofici;

Gravi ed accertate condizioni psico- socio–economiche collegate alle problematiche dell’emergenza abitativa segnalate dal servizio sociale professionale con adeguata relazione scritta.

  • DURATA e IMPORTO

Il contributo può avere la durata massima di quattro anni non rinnovabili cosi come previsto dall’art. 3 dalla del C.C. 163/98.

L’ammontare del contributo verrà determinato dall’apposita commissione municipale, nominata annualmente con determinazione dirigenziale, in relazione alla consistenza numerica del nucleo familiare, del relativo reddito complessivo, nonché alla presenza nel nucleo familiare di minori, portatori di handicaps e/o anziani ed all’ammontare del canone di locazione previsto.

La commissione potrà decidere di erogare un contributo massimo pari al 90% dell’affitto, per un importo mensile di massimo 516,00.

  • MODALITA DI PRESENTAZIONE

I cittadini residenti nel Municipio VII, possono accedere al contributo di cui alla del. 163/98, tramite il Modulo di cui all’allegato A .

  • LIMITI DI ACCESSO ALLA DEL. 163/98

Il limite di reddito per l’ammissione al contributo è quello previsto per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica destinata all’ assistenza abitativa, così come stabilito dalla Regione Lazio Direzione Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative.

Non possedere altri immobili sul territorio nazionale.

  • TEMPI E MODALITA ‘ DI COMUNICAZIONE/EROGAZIONE

La domanda può essere presentata dal cittadino in qualunque momento dell’ anno (come da modulo allegato).

Il cittadino riceverà comunicazione scritta sull’esito della domanda. L’erogazione del contributo è a cadenza mensile.

Per informazione: segretariatosociale.mun10@comune.roma.it

REDDITO DI CITTADINANZA

 Il Decreto-legge n. 4 del 28 gennaio 2019, convertito con modificazioni dalla Legge n. 26 del 28 marzo 2019, ha istituito il Reddito di Cittadinanza quale misura di “politica attiva del lavoro a garanzia del diritto al lavoro, di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale”. 

La misura consiste in un beneficio economico corrisposto mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta RDC) e in un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune (Patto per l’Inclusione Sociale) o del Centro per l’Impiego di appartenenza (Patto per il Lavoro).

Qui trovi le informazioni

Condividi questo risultato