Dopo anni abbiamo risolto il problema delle voragini di Via Costanzo Casana e Via Zambrini.

Ostia, il Municipio X, il mare di Roma, stanno rinascendo. Da quando li amministriamo stiamo intervenendo per il suo risanamento, sia termini di legalità e sicurezza che per quanto riguarda infrastrutture e manutenzione urbana. Per risolvere il problema delle voragini dell’area intorno a via Costanzo Casana e via Zambrini prima abbiamo incontro i cittadini, ai quali abbiamo illustrato il programma di riqualificazione della rete fognaria di Ostia, che abbiamo portato avanti grazie alla collaborazione di Acea Ato 2, al lavoro del Municipio X e dell’Assessorato capitolino alle Infrastrutture. Un impegno di. circa 10 milioni di euro. Abbiamo praticamente terminato il collettore di Via Casana, che è tra le vie più importanti di Ostia. Per anni questa situazione è rimasta nei cassetti, dimenticata dalle amministrazioni. Noi abbiamo invece voluto affrontare un problema complesso, la cui risoluzione richiederà molti mesi di lavoro ma che andrà a beneficio di tutti i cittadini.

È stato un bel momento di confronto con i cittadini di Ostia, che hanno avuto la possibilità di ascoltarci e di essere ascoltati. E soprattutto di condividere le scelte sul futuro del loro territorio.

Dunque è stata completata la prima fase dei lavori nel tratto di rete fognaria in via Costanzo Casana. L’impresa che ha in carico la manutenzione, per conto di Acea Ato2, è riuscita a completare le operazioni dopo lo stop per l’emergenza coronavirus e ora ha iniziato il nuovo cantiere. Questi interventi, molto attesi dai residenti del quartiere, porteranno grandi benefici e consentiranno di ottimizzare il sistema di smaltimento delle acque ed evitare allagamenti. I miglioramenti non riguardano solo le infrastrutture idriche ma anche la viabilità locale.

Stiamo cercando di velocizzare al massimo i lavori nella nuova fase, dopo le difficoltà dei mesi scorsi nel reperire i materiali e il conseguente blocco delle attività. Sono già iniziati gli interventi per la sostituzione della condotta idrica da via dell’Appagliatore a via Tagaste e cercheremo di limitare al massimo i disagi per i cittadini durante l’intera durata dei cantieri.

Le infrastrutture sul territorio sono necessarie per ripartire dopo questo periodo di emergenza. Ci prendiamo cura delle periferie, come del centro storico. Con pazienza stiamo restituendo ai cittadini quartieri più vivibili e sicuri.

Condividi questo risultato