L’isola ambientale di Ostia Antica in pochi mesi di lavoro. A breve inizieranno i lavori. Ci siamo!

L’appalto prevede una serie di interventi che – unitamente alla futura disciplina del traffico – servono a riqualificare la zona di “Ostia Antica”. Stiamo mettendo in atto una serie di interventi che rendano questa fantastica area ancora più vivibile, un lavoro necessario affinchè diventi patrimonio dell’U.N.E.S.C.O. Per anni tutti hanno parlato di questo, ma non basta dirlo, bisogna anche agire altrimenti non piovono di certo dal cielo i riconoscimenti. Noi abbiamo lavorato per questo.

Dunque gli spostamenti in macchina saranno solo in ambito locale, favorendo così quanto più possibile la vivibilità della zona, le attività commerciali e l’accesso ai servizi cittadini, la pedonalità e le modalità di spostamento sostenibile diminuendo gli impatti ambientali e aiutando quelli sociali ed economici non dipendenti dalle automobili: Ad Ostia Antica cesserà l’inquinamento atmosferico, quello acustico e la congestione stradale.

La circolazione locale sarà differente e la realizzazione di opere definiranno gli ingressi all’area dell’isola ambientale che ospiterà alcune pedonalizzazioni dove è possibile. Mentre Via dei Romagnoli sarà più bella grazie al rifacimento delle pavimentazioni, la riorganizzazione funzionale degli spazi e la valorizzazione dei punti di maggiore interesse come gli ingressi al Borgo ed agli Scavi Archeologici. Metteremo una nuova segnaletica verticale ed orizzontale per creare zone a velocità limitata, aumentando le superfici pedonali e la riorganizzando la sosta specialmente nel tratto antistante il Borgo da cui si accede al castello di Giulio II.

La pavimentazione dei marciapiedi e di Piazza Umberto sarà realizzata in selciato romano e sarà bellissima e poi verranno abbattute tutte le barriere architettoniche disegnando percorsi tattili che permettano l’orientamento per non vedenti o ipovedenti e il riconoscimento di luoghi di pericolo quali rampe, scale o intersezioni, proprio in corrispondenza degli attraversamenti.

Inoltre, in prossimità dell’ingresso al Borgo, saranno collocati dei dissuasori in cemento e pietra per impedire il traffico veicolare lasciando accesso solo ai mezzi di soccorso. Intorno alla zona esterna a ridosso del Castello verrà realizzata una nuova area verde, verranno sistemati i marciapiedi e verrà adeguata la segnaletica verticale ed orizzontale, in modo da riordinare la disciplina di traffico. In ultimo, verranno realizzate opere per lo smaltimento delle acque meteoriche con la predisposizione di nuove griglie di raccolta e caditoie ad integrazione della rete fognaria esistente. Un progetto ambizioso che con noi vede la luce.

Qui trovi ulteriori informazioni

Condividi questo risultato